Centro Naturalista Italiano

 

 

 

 

 

BIONUTRIZIONE

 

 

 

 

 

La digestione microbica

 

 

 

 

LA DIGESTIONE - microbica

 

 

 

 

All’infuori dello stomaco e della prima parte del duodeno (parte iniziale dell’intestino tenue), che sono particolarmente sterili a motivo dell’acidità del succo gastrico (in ambiente molto acido i microrganismi non possono vivere), nelle porzioni dell’intestino tenue e crasso, vivono numerosi germi. Questa popolazione microbica agisce sui costituenti alimentari presenti nell’intestino ed opera le ultime trasformazioni.

 

In particolare fa evolvere la cellulosa - non intaccata dai succhi digestivi - verso lo stadio di zucchero semplice o glucosio, che sarà poi parzialmente assorbito nella prima parte dell’intestino crasso. Questo, la cui principale funzione è quella di assorbire l’acqua del contenuto intestinale, possiede un potere di assorbimento che si riduce via via che si procede verso l’ano.

 

Esiste anche un succo digestivo nell’intestino crasso, ma il suo potere è particolarmente nullo. Le tracce di enzimi che vi si trovano non hanno importanza fisiologica; oltrepassata la valvola ileo-cecale, la digestione termina e continua soltanto l’assorbimento dell’acqua. La digestione microbica prosegue, così come abbiamo detto, ma non è strettamente indispensabile alla vita dell’organismo.

 

 

 

 

 

Home