Centro Naturalista Italiano

 

 

 

 

 

BIONUTRIZIONE

 

 

 

 

 

…con l’acqua

 

 

 

 

 

 

 

Notiamo che la differenza dei lipidi, come quella degli amidi e delle proteine, si effettua per idrolisi, così come abbiamo già spiegato. L’acqua è dunque indispensabile per questa operazione. Orbene, le materie grasse si presentano sovente sotto forma concentrata, sia mescolata con altri nutrienti (per es. nelle noci i grassi sono associati alle proteine) sia allo stato libero (olio concentrato, burro ecc.).

 

Apportate all’organismo sotto forma così concentrata, le materie grasse provocano un bisogno di acqua per la loro digestione, bisogno che è preferibile assecondare, accompagnando il pasto di lipidi con verdure tenere che apportano la loro acqua. Ma se è necessario, cioè se la sete è avvertita intensamente, non bisogna esitare a bere (sotto forma di sorseggio) dell’acqua in quantità molto limitata per non intralciare l’azione dei succhi digestivi (per evitarlo basterebbe masticare bene  e con lentezza l’alimento grasso).

 

L’associazione lipidi e acqua è dunque facoltativa. E l’acqua dovrà essere consumata soltanto se il suo bisogno si fa fortemente sentire, ed è facile che questo sia percepito alla fine (o durante) un pasto. In tal caso, non ci si deve opporre, ma soddisfarlo.

strutto

alimento grasso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

acqua

bibita basica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bere acqua mangiando alimenti grassi

è facoltativo, ma con molta parsimonia

insaccati

alimenti grassi

 

 

 

 

 

Home