Centro Naturalista Italiano

 

 

 

BIONUTRIZIONE

 

 

 

Dieta ragionata

 

 

 

 

 

 

CONSIGLI

SOCIO/ALIMENTARI

 

 

 

 

 

 

 

 

Una dieta va iniziata solo quando si è raggiunta la convinzione personale.

 

 

Non è favorevole iniziarla solo perché “ci è stata consigliata” o perché “porta la firma” di un dietologo di moda.

 

 

 

 

Mai attendersi “miracoli” di diminuzione o aumento di peso veloci.

 

 

 

Non è poi vero che dimagrire vuol dire rinvigorire: una ragazza di 20 anni, con tessuti elastici e intatti, può tranquillamente sopportare la perdita di alcuni chili, ma a 50 anni “qualche chilo in meno” può comportare, a volte, la comparsa di rughe, smagliature. In questo caso può essere di aiuto l’estetista con dei drenaggi linfatici manuali che rassodano la pelle liberando i liquidi in eccesso.

 

 

 

 

Agli anoressici,

 

 

 

la dieta ragionata va proposta con molta cautela ed in forma progressiva, nel rispetto dei loro gusti e della volontà nutrizionale, onde evitare rifiuti (vomiti) disturbi dispeptici (della digestione) e senza pretendere di conseguire immediati aumenti di peso.

 

Sarà bene distribuire i pasti nell’arco della giornata per non sovraccaricare l’apparato digerente e dando modo di riattivare la flora batterica intestinale che nel tempo, è venuta meno alla sua attività funzionale. È indispensabile che l’alimento possa stimolare l’individuo, anche il più inappetente, proponendo gusti capricciosi. Inoltre, si consiglia di correggere le cattive abitudini di lavoro mentale e fisico, la disordinata distribuzione dei pasti, l’abuso di tabacco, fatti che concorrono nel rendere inveterato l’individuo.

 

 

 

 

Ai bulimici,

 

 

 

la dieta va personalizzata, perché necessitano di avere sempre qualcosa da sgranocchiare per mettere a tacere i crampi stomacali che compaiono in presenza, o al solo profumo del cibo. Per farli tacere, ingurgitano cibo di facile reperibilità,  quelli che più facilmente capitano sotto mano e spesso di origine amidacea. Pertanto la dieta ragionata per compensare l’equilibrio nutrizionale, dovrà ripiegare verso alimenti proteici che non privino dello sgranocchiamento.

 

 

 

 

Agli obesi,

 

 

 

l’alimento, oltre che nutrire in maniera ragionata, dovrà compensare il gusto, al fine di ridurre il peso in eccesso. Pertanto necessita una dieta ragionata che sappia usufruire di molta elasticità fra gli alimenti di loro scelta e gestione. Il tipo di cibo scelto, resta condizionato dal momento vissuto positivo o negativo. Per compensare ciò, ci sarà una richiesta di cibi tra i più svariati possibili.

 

 

 

 

A quanti non presentano disturbi sopra indicati,

 

 

 

la dieta ragionata diventa utile per gestire le combinazioni fra gli alimenti, nelle disponibilità di tempo, senza venire meno ai gusti personali.

 

 

 

 

Frutta e verdura fresca,

 

 

 

possibilmente provenienti da un’agricoltura biologica, vanno consumate a volontà: ci  forniscono le vitamine necessarie per rendere la pelle più morbida ed elastica.

 

 

 

 

Dopo i pasti,

 

 

 

si consiglia a tutti, di prestarsi ad una passeggiata in posti tranquilli e rilassanti.

 

 

 

 

La montagna

 

 

 

in merito al suo clima, è un tocco di bacchetta magica: agli anoressici stimola l’appetito; ai bulimici genera uno stato di tranquillità, gli obesi ne sono favoriti per la possibilità di camminare bruciando energie.

 

 

 

 

Il “Training Autogeno”,

 

 

 

aiuta ad acquisire e vivere uno stato di calma e controllo dello stato emotivo.

 

 

 

 

Un bagno in acqua calda,

 

 

 

sviluppa un senso di rilassamento ed una sensazione unica di morbidezza della pelle.

 

L’acqua può essere profumata con un macerato di erbe racchiuse in un quadratino di tela, tipo fazzoletto o sacchettino di cotone.

 

La miscela consigliata, è di due cucchiai da tavola di menta piperita, foglie di eucalipto e aghi di pino.

 

Per una migliore riuscita si consiglia di immergere il trito in una tazza di acqua quasi bollente per otto ore circa, e al momento del bagno versare il contenuto nella vasca con acqua calda a vostro piacere.

 

Una volta immersi, cercate di abbandonarvi a voi stessi in un profondo stato di rilassamento, è importante lasciar scorrere dalla mente tutti i pensieri, come una goccia di rugiada scivola da un petalo di un fiore.

 

Terminato, asciugatevi con la pressione di una carezza, strofinando con un asciugamano di cotone soffice a spugna morbida e tonificante. Poi se lo desiderate, ungete la pelle con olio di mandorla dolce, contenente alcune gocce di essenza di lavanda.

 

Proverete una sensazione di rilassatezza, profumata e fresca!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Home